Prato, guardia medica dorme in servizio e lascia un biglietto: “Fuori per servizio”

di Francesco Alfani*
Pubblicato il 9 Marzo 2010 12:58 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2010 12:58

Sulla porta ha lasciato un foglio e ci ha scritto “fuori per visita urgente”. Poi ha alzato la cornetta del telefono per farlo sembrare occupato e non essere disturbato. Così un medico di Prato aveva sperato di passare il turno di guardia notturna dormendo. Ma è stato scoperto e denunciato dai carabinieri del comando della città toscana.

L’episodio è avvenuto a Vaiano, piccolo paese della provincia di Prato. Il medico, di turno nella Asl del paese, l’altra notte aveva evidentemente poca voglia di lavorare. Ha pensato quindi di fare la cosa più semplice, rendendosi irreperibile e mettendosi a dormire nell’ambulatorio.

Era quasi riuscito a passare la notte indenne, ma proprio alle 5 del mattino una signora, stanca per aver cercato invano di contattarlo, ha deciso di far intervenire il comando locale dei carabinieri. I militari hanno verificato che la linea era occupata e hanno mandato sul posto una pattuglia per verificare la situazione. Gli uomini del 112, giunti all’ambulatorio, hanno trovato la porta chiusa e, preoccupati che al medico potesse essere successo qualcosa, hanno recuperato la chiave per aprire il posto di guardia. Ma una volta entrati hanno scoperto il medico che dormiva su un lettino dello studio e la cornetta del telefono lasciata alzata sulla scrivania.

L’uomo è stato denunciato per truffa aggravata e interruzione di pubblico servizio, e rischia una multa salatissima. Da parte sua la Asl ha avviato un provvedimento disciplinare nei confronti del dipendente che con il suo riposino ha messo in cattiva luce l’azienda e ha privato per una intera notte i cittadini di Vaiano di un servizio essenziale.

*Scuola di Giornalismo Luiss