Val di Susa, riunione dei sindaci su marcia No-tav di mercoledì

Pubblicato il 17 Gennaio 2012 0:38 | Ultimo aggiornamento: 17 Gennaio 2012 0:47

TORINO, 17 GEN – I sindaci di centrosinistra della Comunita' montana valli di Susa e Sangone si sono riuniti in serata a Bussoleno (Torino) per discutere dell'organizzazione e della promozione di una marcia di protesta contro la linea ferroviaria ad alta velocita' Torino-Lione che dovrebbe svolgersi la seconda o la terza domenica di febbraio. A convocare la riunione, che e' cominciata in serata e si e' protratta nel cuore della notte, e' stato il presidente dell'ente, Sandro Plano.

La manifestazione, secondo quanto si e' discusso finora nella riunione, dovrebbe svolgersi tra Bussoleno e Susa, localita' scelte quali zone di scavo per il tunnel di base, la galleria lunga oltre 30 chilometri sotto la montagna che dovrebbe collegare Italia e Francia.

Lo svolgimento del corteo in una zona lontana dal cantiere del tunnel geognostico della Maddalena di Chiomonte (Torino), potrebbe riportare i primi cittadini di centrosinistra a sfilare, indossando le fasce tricolori, a fianco dei militanti del movimento No Tav, diversamente da quanto avvenuto durante le ultime manifestazioni.

L'area del cantiere e' stata dichiarata zona d'interesse nazionale a partire dal primo gennaio e, pertanto, e' vietato l'ingresso, oltre a qualunque altro tipo di attivita'. In precedenza l'area era interdetta sulla base delle disposizioni di un'ordinanza del Prefetto di Torino.