Val di Susa: militanti Giovane Italia modificano scritta no Tav

Pubblicato il 2 Aprile 2012 13:39 | Ultimo aggiornamento: 2 Aprile 2012 13:49

TORINO – Militanti di Giovane Italia hanno modificato la scritta 'Tav=mafie' composta da anni dai No Tav a caratteri cubitali sul monte Musinè, in Valle di Susa. Gli autori del blitz hanno coperto il simbolo dell'uguale e la parola mafie lasciando visibile solo l'acronimo Tav. Un'analoga iniziativa era stata portata a compimento l'anno scorso e poi ricorretta dai No Tav.

''Finalmente – commenta Alessandro Boffa, presidente provinciale della Giovane Italia – quel versante della montagna recita quello che tutti gli abitanti della Val Susa, che non sono ostaggio dei violenti, vogliono davvero sostenere: il progetto dell'alta velocita'''.

''Sarebbe ora – aggiunge Augusta Montaruli, vicecapogruppo del Pdl in consiglio regionale e dirigente nazionale della Giovane Italia – di porre fine all'arroganza del movimento No Tav che crede che la Val Susa sia un affare privato, permettendosi addirittura di devastare l'immagine di un monte''.