Valanga in Val Venosta: morte una bambina di 11 anni e la madre di 45 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 3 gennaio 2018 19:01 | Ultimo aggiornamento: 3 gennaio 2018 19:39
valanga-val-venosta

Valanga in Val Venosta: 2 persone sepolte sotto la neve (Foto Ansa)

BOLZANO – Una valanga è caduta in Alta Val Venosta nel primo pomeriggio di mercoledì 4 gennaio: due persone sono state estratte vive, altre due sono state travolte e uccise. Si tratta di una bambina tedesca di 11 anni e di sua madre di 45 anni.

Tutti gli altri sette membri di un gruppo di scialpinisti tedeschi sono invece rimasti illesi. La ragazza, le cui condizioni da subito sono risultate molto critiche, è deceduta nonostante lunghi tentativi di rianimazione.

La valanga è caduta nella zona di Malga San Valentino, sopra il lago di Resia, nei pressi del centro sciistico Haideralm. Secondo le prime informazioni, la slavina avrebbe investito un gruppo di sciatori durante un fuoripista. Sul posto si trovano il soccorso alpino della Alta Val Venosta, la Croce bianca e i carabinieri, mentre l’intervento dell’elisoccorso è reso particolarmente difficile a causa di una fitta nevicata. Il pericolo valanghe in tutto l’Alto Adige attualmente è “marcato”, con grado 3 su 5.

L’accesso al luogo della valanga in Alta Val Venosta è reso estremamente difficile dalle avverse condizioni meteorologiche. A causa della visibilità molto ridotta sia i due elicotteri del 118 altoatesino, Pelikan 1 e Pelikan 2, che quello dell’Aiut Alpin Dolomites non possono volare e sono rimasti a terra. Per evitare ulteriori distacchi di valanghe è stato vietato l’utilizzo delle motoslitte. I soccorritori e i carabinieri si spostano perciò con le pelli di foca e le ciaspole. 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other