Valanghe al Passo del Tonale, Cortina e Monte Falcone: persone coinvolte tutte salve

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 febbraio 2015 13:05 | Ultimo aggiornamento: 7 febbraio 2015 14:28
Valanghe al Passo del Tonale, Cortina e Monte Falcone: persone coinvolte tutte salve

Valanghe al Passo del Tonale, Cortina e Monte Falcone: persone coinvolte tutte salve

MILANO –  Una valanga è caduta nei pressi del Passo del Tonale, nel Bresciano. Gli operatori del Soccorso alpino sono intervenuti per verificare se vi sono persone sotto la massa nevosa ed hanno salvato due persone. I due sono stati portati al Centro traumatologico del luogo e le loro condizioni non destano preoccupazione. Non ci sarebbero altri coinvolti.

Oltre al Passo del Tonale, uno sciatore è rimasto coinvolto da una valanga sul Monte Falcone, nel vicentino. Quattro tecnici del Soccorso alpino di Recoaro-Valdagno, che si trovavano sul posto, lo hanno aiutato per poi trasportarlo in un punto dove è stato recuperato dall’elicottero di Verona emergenza diretto in ospedale. L’allarme valanghe però non si ferma qui: due valanghe sono infatti cadute anche a Cortina d’Ampezzo. Una in Faloria, dove è stata esclusa la presenza di persone coinvolte, e una di grandi dimensioni (100 metri per 40) nella zona dell’Avearu. In quest’ultima area attualmente stanno operando, per verificare che non ci siano sciatori investiti, gli elicotteri del Suem di Pieve di Cadore, dell’Aiut Alpin Dolomites di Bolzano e dell’Air service center, convenzionato con il Soccorso alpino per il trasporto di personale e mezzi, insieme alle squadre del Soccorso alpino di Cortina e a cinque unità cinofile.

Secondo quanto si è appreso, ad Avearu sono rimaste sepolte due persone. Entrambe sono riuscite ad uscire da sole dalla neve: una è illesa, la seconda ha riportato lievi lesioni ed è stata trasportata in elicottero in ospedale. Sono molti gli sportivi che oggi, complice il ritorno del bel tempo, si sono recati sulle piste cortinesi a fare scialpinismo, ma il manto nevoso è soggetto a improvvisi distacchi.  E la situazione è la stessa in tutto l’arco alpino: su Alpi Ligure e Alpi Marittime sono caduti tra i 90 e i 120 centimetri di neve fresca; 70-90 centimetri sulle restanti aree del Cuneese, mentre sui settori occidentali si misurano tra i 35 e i 50 centimetri, con picchi fino ad un metro. Questi i dati rilevati dall’Arpa relativi alle nevicate che da martedì interessano il Piemonte. A causa della instabilità del manto nevoso, il rischio valanghe per il weekend è 4-Forte sui settori meridionali e occidentali, 3-marcato nei settori alpini occidentali.

5 x 1000