Valentina Pitzalis non uccise l’ex marito Manuel Piredda, archiviata l’indagine

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Ottobre 2020 10:42 | Ultimo aggiornamento: 2 Ottobre 2020 10:42
Valentina Pitalis, Ansa

Valentina Pitalis non uccise l’ex marito Manuel Piredda, archiviata l’indagine (foto Ansa)

Non ha ucciso l’ex marito Manuel Piredda. Archiviata l’indagine contro Valentina Pitzalis.

È stata archiviata l’indagine per omicidio volontario e incendio doloso nei confronti di Valentina Pitzalis.

Parliamo della giovane simbolo della violenza sulle donne, che era rimasta sfigurata a seguito nell’incendio della sua abitazione nel quale morì l’ex marito Manuel Piredda, muratore di 27 anni.

A seguito dell’esposto della famiglia di quest’ultimo, la Procura di Cagliari aveva indagato per la terza volta sul rogo avvenuto a Bacu Abis, nel Sulcis, il 18 aprile 2011.

Dopo tre anni di indagine e dopo un lunghissimo incidente probatorio, il procuratore aggiunto Gilberto Ganassi aveva chiesto l’archiviazione per Valentina Pitzalis.

Convinto, come prima di lui il predecessore Paolo de Angelis, che la donna sia scampata ad un tentativo di aggressione col fuoco da parte dell’ex marito, poi deceduto a seguito dell’incendio.

Oggi è arrivata la decisione della giudice per le indagini preliminari di Cagliari, Maria Gabriella Muscas.

L’inchiesta ha origine da un esposto presentato nel 2017, a distanza di otto anni dai fatti, dalla famiglia Piredda.

Esposto con la richiesta di accertare le cause della morte del ventisettenne, seppellito senza autopsia in quanto ritenuto reo di aver appiccato l’incendio.

Ad assistere Valentina gli avvocati Cataldo Intrieri e Adriana Onorato che, insieme alla criminologa, Roberta Bruzzone, hanno seguito le attività di indagine della Procura. (Fonte: Ansa).