Valenza, maestra d’asilo uccisa in casa: rotta la videocamera sulla strada, si cercano indizi nei telefoni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Gennaio 2020 14:51 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2020 20:08
Valenza, maestra d'asilo uccisa in casa: rotta la videocamera sulla strada, si cercano indizi nei telefoni

Valenza, maestra d’asilo uccisa in casa: rotta la videocamera sulla strada, si cercano indizi nei telefoni (nella foto ANSA due auto dei carabinieri)

ALESSANDRIA – Non ci saranno riprese video ad aiutare gli investigatori nella soluzione del giallo dell’omicidio di Ambra Pregnolato, la maestra d’asilo 41enne trovata morta, ieri pomeriggio, 24 gennaio, con ferite alla testa nella sua abitazione a Valenza, comune in provincia di Alessandria. La telecamera di sorveglianza nella zona, infatti, non era funzionante.

Dal pomeriggio di ieri i carabinieri hanno ascoltato numerosi testimoni, a partire dal marito, che ha trovato la donna morta al rientro a casa dal lavoro, condomini, amici, parenti e conoscenti. Verifiche da parte di inquirenti e investigatori su telefoni e spostamenti.

La vittima, madre di una bimba di 12 anni, qualche mese fa aveva sofferto il grave lutto della scomparsa del nonno, cui era molto legata. La sua tragica morte ha suscitato grande commozione e incredulità sui social. “Povera donna… chissà chi l’ha uccisa”. “Non ce la faccio, non ho parole. Già troppe parole e chiacchiere. Ricordiamoci che è figlia, madre, sorella, amica… Per questo un po’ di rispetto”, sono alcuni dei post pubblicati.

Sono ora al lavoro i Ris di Parma per i rilievi tecnici e oggi sarà eseguita l’autopsia, che dovrà chiarire se i colpi sono stati inferti con un oggetto, oppure se chi l’ha uccisa lo ha fatto sbattendole la testa a terra o su un mobile. Il corpo della maestra era riverso a terra in sala, in slip e maglietta. Non ci sarebbero segni di effrazioni alla porta; sarebbe, pertanto, stata esclusa la rapina lasciando aperte tutte le altre piste. Nel frattempo, sono state acquisite tutte le informazioni dal telefono delle vittima.  (fonte ANSA)