Valeria Marini a processo denunciata dal gioielliere. “Non restituì diamanti”

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 Ottobre 2013 9:05 | Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2013 9:13
Valeria Marini a processo col gioielliere. Lui: "Non mi restituì diamanti"

Valeria Marini col marito Giovanni Cottone

ROMA – Valeria Marini a processo per appropriazione indebita: finisce in tribunale la lite avuta con uno dei suoi consulenti più fidati, Manuel Parino, che l’ha accusata di non avergli mai restituito alcuni diamanti lasciati nell’appartamento.

Manuel Parino, gioielliere, stava collaborando con la Marini alla sua linea di moda: la showgirl lo aveva ospitato in un suo appartamento a Piazza di Spagna per tre mesi, poi una lite furibonda culminata col suo licenziamento in tronco e lei che lo caccia via di casa. Era il gennaio del 2010, da allora è iniziata una lunga disputa legale finita in tribunale.

Secondo la pm Antonella Nespola, Valeria Marini non ha restituito quei gioielli: una parure composta di gemelli d’oro modello pavé e di due tennis di diamanti e smeraldi che lo stesso Parino ha valutato in 170 mila euro. Ma di quei gioielli non v’è traccia, nemmeno una prova della loro effettiva esistenza.

Marini, interrogata dal vice procuratore onorario Giovanni Nostro, ha detto: “Quest’uomo si è inventato tutto per danneggiarmi. Ho restituito a Pirino tutti i suoi effetti personali. E comunque non ricordo che tra queste cose ci fossero i gioielli”. Il suo difensore, Alessandro Pensa, ha aggiunto: “Abbiamo denunciato Pirino a Sassari per calunnia“.