Valerio Taglione, morto a 51 anni coordinatore Comitato anti-camorra Don Diana

di redazione Blitz
Pubblicato il 8 Maggio 2020 13:22 | Ultimo aggiornamento: 8 Maggio 2020 13:22
valerio taglione

Valerio Taglione, morto a 51 anni coordinatore Comitato anti-camorra Don Diana (Ansa)

CASERTA  – È morto, in seguito a una lunga e grave malattia, Valerio Taglione, 51 anni, coordinatore del Comitato Don Diana, “anima” di tutte le iniziative anticamorra tenutesi a Casal di Principe e in tutto la provincia di Caserta negli ultimi anni, ideatore e organizzatore delle rete associativa che in questo territorio martoriato garantisce il riutilizzo produttivo dei beni confiscati.

E soprattutto scout come don Peppe Diana, da cui aveva ereditato l’amore per il rapporto con i ragazzi, per il confronto schietto, sincero e costruttivo su temi fondamentali per le future generazioni e per il territorio come la legalità, declinata in tutte le forme, ma che prima di tutto significava il rispetto della dignità umana e delle regole di convivenza civile, quindi il rispetto dell’ambiente tanto maltrattato dalla camorra.

La sua era una voce costante e rigida sui principi imprescindibili e basilari, a favore delle vittime della criminalità spesso dimenticate dallo Stato, degli ultimi come gli immigrati, ma che si rivolgeva in modo autorevole e severo anche agli amministratori pubblici.

In un post su Fb, il Comitato Don Peppe Diana scrive che per Valerio “è cominciato un nuovo e più lungo viaggio. È stato una guida sensibile e integerrima per tutti. Non ha mai lesinato in fatiche e sempre pronto al sorriso. Ogni battaglia per il bene e per gli ultimi era anche la sua. Ha amato la Vita fino all’ultimo momento. Ci lascia grandi insegnamenti ed è stato un privilegio per noi tutti camminargli accanto. Ciao Valerio..”. Taglione lascia una moglie e due figlie (fonte: Ansa).