Valle d’Aosta: Maurizio Scarpelli, pilota toscano, morto nell’incidente aereo sul Rutor

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 gennaio 2019 8:50 | Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2019 8:50
Valle d'Aosta: Maurizio Scarpelli, pilota toscano, morto nell'incidente aereo sul Rutor

Valle d’Aosta: Maurizio Scarpelli, pilota toscano, morto nell’incidente aereo sul Rutor (Foto Facebook)

AOSTA – E’ il pilota toscano Maurizio Scarpelli la vittima italiana dell’incidente aereo in Val d’Aosta costato la vita a cinque persone. Scarpelli era alla cloche dell’elicottero dell’heliski quando, proprio sopra al ghiacciaio del Rutor, a 2.500 metri di quota, è avvenuto lo scontro con l’ultraleggere francese. 

Scarpelli, 53 anni, era nato a Reggello ma viveva a Firenze. Come racconta Valdarno Post, il volo era la sua passione da una vita, una passione trasformata in un lavoro. Scarpelli ha guidato per anni elicotteri anche per funzioni di Protezione civile e antincendio, e in passato era stato impegnato per spegnere gli incendi più devastanti che si sono verificati in Toscana. A Reggello aveva messo a disposizione il suo elicottero anche per iniziative a favore della comunità. 

 

Cordoglio per la sua scomparsa è stato espresso da Cristiano Bellucci, sindaco di Reggello, che ha ricordato la grande passione di Scarpelli per il volo e il suo impegno anche nell’antincendio.

Intanto sono riprese all’alba di sabato 26 gennaio le ricerche dei due dispersi sul ghiaccio del Rutor. Sul posto stanno operando le guide del Soccorso alpino valdostano, i finanzieri del Sagf di Entreves, i vigili del fuoco di Aosta e delle unità cinofile.