Valle D’Aosta: sciatore muore travolto da una valanga

Pubblicato il 31 Dicembre 2009 15:39 | Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre 2009 18:41

Gressoney

Tragedia della neve in Valle D’Aosta. Uno sciatore è stato travolto da una slavina a Gressoney (Aosta), nella zona di Sant’Anna, e scaraventato su un lago ghiacciato a circa 2.700 di altitudine, sotto il colle del Rothorn.

L’uomo è un architetto comasco,  Massimo Comotti, 44 anni, residente a Porlezza (Como).

In un primo momento lo sciatore è risultato disperso ma poi, dopo numerose ricerche, i sommozzatori dei vigili del fuoco di Aosta hanno trovato il corpo senza vita di Comotti, immerso nelle acque gelide del lago.

La valanga, con un fronte di circa un centinaio di metri, ha scaraventato la vittima a valle, sulla superficie ghiacciata di un invaso, che si è spezzata, inghiottendo lo sciatore.

Con lui c’erano altre due persone solo parzialmente coinvolte nella slavina: una è rimasta illesa e un’altra è ferita ed è stata ricoverata all’Ospedale Parini di Aosta con una frattura del femore. Sul posto hanno operato anche le guide del soccorso alpino valdostano.

La salma dell’architetto è stata ricomposta nella camera mortuaria di Gressoney.