Valsugana statale 47: ghiaccio e maxi tamponamento tra 50 mezzi. Tendopoli per i feriti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 gennaio 2019 11:27 | Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2019 14:23
Valsugana, maxi tamponamento tra Treviso e Trento: 30 macchine coinvolte (foto d'archivio Ansa)

Valsugana, maxi tamponamento tra Treviso e Trento: 30 macchine coinvolte (foto d’archivio Ansa)

TREVISO – Valsugana, statale 47. Dalle prime ore del mattino vien giù acqua mista a neve. E quindi sull’asfalto è ghiaccio. Peggio, ghiaccio che si muove. Uno dopo l’altro perdono il controllo dieci, venti, trenta, alla fine cinquanta che sono ala guida di altrettanti mezzi. Una quarantina le auto, una decina i camion. E’ un maxi tamponamento che si auto alimenta: chi arriva vede l’incidente ma letteralmente non può fermarsi ed aumenta quindi le proporzioni dell’incidente stesso.

La strada viene chiusa in entrambi i sensi di marcia e nelle prime ore del pomeriggio lo era ancora. Traffico deviato con grandi difficoltà su altri percorsi anch’essi insidiati dal gelo. E il tramonto non promette nulla di buono per la viabilità. I feriti più gravi, quelli in codice rosso, sono ad una prima conta cinque. Tutti trasportati in ospedale. Ma di feriti lievemente o comunque di spaventati, terrorizzati, disorientati, infreddoliti e appiedati sulla statale 47 Valsugana ce n’era così tanti che la Protezione civile ha allestito una piccola Tendopoli per i soccorsi.

In molti hanno raccontato della disperata sensazione provata quando erano al volante e provavano a fermarsi, a rallentare. Ma la strada era come fosse una cosa liquida e la macchina non rispondeva, frenare era peggio. E poi vedersi arrivare addosso l’ostacolo, andarci a sbattere conto senza poter far nulla. E subito dopo sentire che da dietro qualcuno stava per fare altrettanto, qualcuno arrivava a tamponare te che avevi appena tamponato.