Vanessa Marzullo-Greta Ramelli in Siria “non passarono da frontiere ufficiali”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Gennaio 2015 14:35 | Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 2015 14:35
Vanessa Marzullo-Greta Ramelli in Siria "non passarono da frontiere ufficiali"

Vanessa Marzullo e Greta Ramelli

ROMA Greta Ramelli e Vanessa Marzullo sono entrate in Siria in modo irregolare, senza passare dalle frontiere ufficiali. Secondo quanto scrive l’Eco di Bergamo, negli elenchi degli ingressi delle frontiere siriane non c’è traccia dei loro nomi.

Le due ragazze erano entrate nel Paese mediorientale il 28 luglio del 2014. Portavano latte in polvere e kit di sopravvivenza per aiutare la popolazione. Erano passate dalla Turchia, destinazione Aleppo. Ma avrebbero evitato le frontiere ufficiali.

Dei tredici valichi di frontiera ufficiali con la Siria, dal 2011 la Turchia ne ha lasciati aperti solo tre: Cilvegozu, Reyhanli e Oncupinar. Chi ha passaporto e visto e vuole farsi registrare passa da qui. Chi invece o non ha i documenti in regola oppure non vuole che si sappia che è arrivato nel Paese può prendere la “autostrada della jihad”.

Si tratta di una strada lunga decine di chilometri che passa da valichi di montagna non sorvegliati e lungo la quale si muovono anche i combattenti islamici che entrano ed escono dalla Siria. Forse Vanessa e Greta sono passate da lì, per scomparire, rapite da ancora non si sa chi, un mese dopo, il 31 agosto.