Varzo, Gabriele Orio cade in una scarpata dopo un incidente: morto

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 febbraio 2018 13:42 | Ultimo aggiornamento: 2 febbraio 2018 13:42
Gabriele Orio, di Varzo, è morto dopo un incidente

Varzo, Gabriele Orio cade in una scarpata dopo un incidente: morto

VARZO (VERBANO-CUSIO-OSSOLA) – E’ morto Gabriele Orio, il pedone caduto in una scarpata dopo lo scontro tra auto a Varzo, in provincia di Verbano-Cusio-Ossola, al confine con la Svizzera, avvenuto martedì 30 gennaio.

L’incidente tra una utilitaria e un furgone non aveva danneggiato particolarmente i due automobilisti, ma Orio, 38 anni, era stato spinto in una scarpata a lato della strada. Per venti minuti nessuno si era accorto di lui: troppo tempo. Quando i soccorsi sono arrivati hanno subito trasportato l’uomo in ospedale. Ma giovedì primo febbraio i medici del Cto di Torino hanno constatato la morte cerebrale di Orio.

L’incidente era avvenuto nel suo paese, Varzo, sulla strada che porta al passo del Sempione. All’inizio non era parso grave: una donna alla guida di una Citroen C3 aveva colpito un cumulo di neve ghiacciata e quindi era stata sobbalzata contro un furgone parcheggiato a lato della carreggiata. In un primo momento sembrava che nessun pedone fosse stato coinvolto.

Ma quando la donna, in attesa del carro attrezzi, ha guardato oltre il muretto, ha visto Orio riverso a terra, senza sensi. L’uomo era stato trasportato elicottero al Cto di Torino. Ma con il passare delle ore non c’è stato alcun miglioramento. Giovedì sera i medici hanno chiesto ai familiari l’autorizzazione all’espianto degli organi. Intanto i carabinieri della compagnia di Domodossola, coordinati dal pm Nicola Mezzina, dovranno ricostruire nei dettagli la dinamica.