Vasco Rossi, al concerto a Bari esponenti mafiosi in tribuna vip

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Giugno 2015 10:44 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2015 10:44
Vasco Rossi, al concerto a Bari esponenti mafiosi in tribuna vip

Vasco Rossi, al concerto a Bari esponenti mafiosi in tribuna vip

BARI – Parcheggi abusivi pagati a caro prezzo, pizzo sugli ambulanti ed esponenti dei clan malavitosi Telegrafo e Strisciuglio in tribuna vip. Il concerto di Vasco Rossi del 7 e 8 giugno allo stadio San Nicola di Bari finisce nel mirino della polizia dopo le denunce del sindaco Antonio Decaro.

Giovanni Longo sulla Gazzetta del Mezzogiorno scrive che mentre i fan pagavano cifre esorbitanti, tra parcheggio e bagarini, gli esponenti dei clan parcheggiavano in aree riservate e usavano i pass vip:

“Come è stato possibile? Accertamenti sono in corso per capire cosa è acceduto e se i Telegrafo e gli Strisciuglio abbiano avuto un lasciapassare particolare dalle società di steward e di sicurezza, magari anche in forza dei rapporti di frequentazione dello stadio per altre ragioni: le partite del Bari”.

A denunciare le presunte irregolarità il sindaco di Bari, Decaro, che ha chiesto l’intervento della polizia per le

“presunte pressioni esercitate sui venditori ambulanti da parte, chissà, di esponenti della criminalità organizzata. Un faro, quello acceso dal sindaco sul quale anche le forze dell’ordine vogliono vederci chiaro. Dopo una prima, sommaria, relazione dei Vigili Urbani, in campo è scesa anche la Polizia di Stato. Il sospetto al vaglio degli inquirenti è che personaggi noti alle forze dell’ordine, anche in questo caso forse appartenenti a clan locali, possano avere imposto il pizzo ai venditori di panini e bibite, durante la due giorni in cui i fan dei Vasco si sono dati appuntamento al San Nicola. Non solo gestione dei parcheggi e prezzi folli per lasciare l’auto, dunque.

Al momento, su questo fronte, non è arrivata in Procura alcuna informativa. Gli inquirenti sono al lavoro per verificare se il sospetto avvertito dal sindaco, su possibili taglieggiamenti ai danni dei gestori di paninoteche regolarmente allestite nei pressi dello stadio, abbia fondamento, oppure no”.

Inoltre al concerto non sono mancati i sequestri di droga e oggetti contraffatti:

“Infine, dopo i due concerti che hanno stregato migliaia di fan del Vasco nazionale, è tempo di bilanci anche sul fronte dell’uso di sostanze stupefacenti. Oltre 300 grammi di droghe leggere sequestrate (tra cui un centinaio di spinelli), deferimento alla prefettura di 142 assuntori di stupefacenti, sigilli a circa 2.500 capi di vestiario contraffatti e 16 persone denunciate. È l’esito dei controlli compiuti dalla Guardia di Finanza di Bari in occasione del concerto del 7 e 8 giugno scorsi di Vasco Rossi. In occasione dell’evento si sono riversati nell’area dello stadio San Nicola, dove si è tenuto il concerto, circa 100mila persone. Denunciati anche 15 bagarini, molti dei quali in possesso anche di biglietti contraffatti. I militari hanno anche eseguito un arresto per tentato furto di un’autovettura”.