Vasto, detenuto in carcere aggredisce tre agenti

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 Giugno 2019 17:47 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2019 17:47
vasto detenuto in carcere

Vasto, detenuto in carcere aggredisce tre agenti (foto Ansa d’archivio)

VASTO (CHIETI) – Aggressione nella Casa di Lavoro di Vasto di un detenuto di origine napoletana ai danni di agenti della Polizia penitenziaria. A farne le spese tre assistenti capo che hanno avuto bisogno delle cure dei sanitari.

A denunciare l’episodio Giuseppe Ninu, segretario regionale per l’Abruzzo del Sindacato autonomo polizia penitenziaria (Sappe), per il tramite del segretario generale nazionale Donato Capece. “Sembra che voleva opporsi ad uno spostamento di cella – spiega Ninu – conseguenza di un’altra infrazione disciplinare. Solamente il tempestivo intervento degli altri poliziotti di servizio ha scongiurato più gravi conseguenze. È una aggressione annunciata questa, visto che da tempo il Sappe segnala la precarietà della sicurezza nella Casa lavoro di Vasto. L’aggressione si sarebbe infatti potuta evitare se si fossero adottate maggiori accortezze nella gestione del detenuto. Questa è l’ennesima aggressione che si registra e dovrebbe fare seriamente riflettere sulla necessità di adottare opportuni provvedimenti per scongiurare ulteriori fatti violenti contro poliziotti penitenziari”.

Nei giorni scorsi, 300 detenuti di Poggioreale a Napoli, hanno devastato le celle e minacciato gli agenti. Una vera e propria rivolta dunque, che sarebbe stata fatta per sollecitare il ricovero di un detenuto con la febbre.

Fonte: Ansa