Veneto, autisti dei bus Atvo in sovrappeso: l’azienda li mette a dieta

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 ottobre 2018 6:45 | Ultimo aggiornamento: 20 ottobre 2018 2:04
Un bus dell'Atvo

Veneto, autisti dei bus Atvo in sovrappeso: l’azienda li mette a dieta

VENEZIA – L’azienda di trasporti di Treviso e Venezia, la Atvo, “Veneto Orientale”, ha fatto un sondaggio tra i propri dipendenti scoprendo che il 67% degli autisti è sovrappeso. Tra questi, il 91% di quelli che stanno in officina sono a rischio abbiocco dopo pranzo. Il questionario che l’azienda ha fatto compilare ai propri dipendenti risale allo scorso marzo e i dati sono stati pubblicati ora dal Corriere del Veneto.

Sondaggio alla mano, la Atvo ha dato il via a un progetto legato al “WorkFood”, ideato e sviluppato dalla sociologa aziendale e dal formatore interno all’azienda, che dà informazioni sul rischio alimentazione proseguendo ora con una formazione mirata.

Ai dipendenti è stato dato un manuale “La dieta dei mestieri, dimmi che lavoro fai e ti dirò cosa devi mangiare”, con consigli alimentari e pratici. Per scoprire anche che ci sono alcuni alimenti che vanno bene per alcune professioni, e altri no.

Oltre ai dati sull’obesità, dall’indagine è emerso che il 69% degli autisti ha l’abitudine di bere più di due caffè al giorno e non mangiare. Il 66% di quelli in sovrappeso arriva a pranzo molto affamato, il 58% consuma bibite gassate e il 91% mangia guardando lo smartphone, il pc o la tv.  

 Va un po’ meglio agli impiegati. Qui, solo il 28% risulta sovrappeso, ma oltre il 60% beve più di due caffè al giorno e il 53% non ritiene di avere una alimentazione varia.  La Atvo ha voluto realizzare questo sondaggio ed ora è corsa ai ripari.
 
Non si tratta della prima volta, in Italia, che un’azienda corre ai ripari. Anche un’azienda di Vicenza, a marzo scorso aveva messo a dieta i dipendenti: “Stop a calorie e colesterolo” aveva imposto ai suoi dipendenti, facendo loro passare la voglia di mangiare ma non di lavorare.