Venezia: agente di polizia penitenziaria muore schiacciata dal letto contenitore

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 4 Maggio 2021 9:45 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2021 9:45
Venezia: agente di polizia penitenziaria muore schiacciata dal letto contenitore

Venezia: agente di polizia penitenziaria muore schiacciata dal letto contenitore (Foto d’archivio Ansa)

Venezia: una agente della polizia penitenziaria è morta schiacciata dal letto contenitore. Roberta Romano aveva 55 anni ed è stata vittima di un tragico incidente domestico.

Venezia: agente di polizia penitenziaria schiacciata dal letto contenitore

Roberta Romano è stata trovata priva di vita all’interno del vano di un letto contenitore. Di quelli in cui la parte inferiore è usata per riporre la biancheria. E’ stata la figlia a fare la terribile scoperta. Resta da capire quale sia stata la dinamica dell’incidente. E’ avvenuto in un appartamento nella zona di Santa Marta.

Il corpo di Roberta Romano era nel vano del letto contenitore

Il corpo della vittima era riverso nel vano accessibile dopo aver alzato la parte superiore del letto. Gli accertamenti sono stati svolti dai Carabinieri di Venezia. La Procura ha aperto un’inchiesta per accertare le cause della morte della 55enne. Al momento l’ipotesi più probabile è quella dell’incidente domestico, ma non si escludono altre piste.

Roberta Romano era impiegata amministrativa all’interno del carcere femminile della Giudecca. Prima però aveva ricoperto per diversi anni servizio nei bracci del penitenziario. Era molto stimata dai colleghi e questa strana morte ha lasciato molti di stucco. Cosa è successo prima della morte di Roberta resta ancora un mistero.