Venezia. Bimbi piantono fiori nelle aiuole, vigili li multano

Pubblicato il 10 Maggio 2012 16:04 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2012 17:33

VENEZIA – Bambini multati dalla Polizia municipale per aver collocato con i loro genitori delle piantine nelle aiuole di un campo di Venezia. A denunciare l'episodio, con una interrogazione rivolta al sindaco in cui si chiede la revoca delle sanzioni, e' il capogruppo consiliare della Federazione della sinistra Sebastiano Bonzio.

''Confido nel fatto che qualcuno avra' il coraggio di spiegare a me e a tutta la citta' – dichiara – come si possa aver richiesto l'intervento della Polizia municipale per un misfatto di tale gravita', abbellire ancor piu' Campo San Giacomo dell'Orio: mi auguro solo che sia attribuibile ai primi caldi stagionali che annebbiano la mente di qualcuno''.

Secondo la denuncia di Bonzio, i vigili urbani avrebbero compilato un verbale a carico delle mamme sorprese a piantare i germogli con i loro figli per aver contravvenuto al regolamento comunale. ''Piantando un fiore con un'azione spontanea e gratuita – sostiene il consigliere – i bambini e i loro genitori dimostrano ogni giorno che esiste una Venezia diversa da quella imprigionata dalle logiche speculative e della monocultura turistico-commerciale''.

In attesa di una risposta alla sua interrogazione, Bonzio passa comunque al contrattacco. ''Domani alle 16 – annuncia – la Federazione della sinistra sara' in Campo S. Giacomo dell'Orio a piantare delle gerbere gialle, diventate negli anni il fiore simbolo della lotta alla mafia, per ricordare le barbare uccisioni di Peppino Impastato e del giudice Giovanni Falcone. Sperando che qualcuno si renda conto di cosa significa battersi veramente per migliorare questa societa'''.