Venezia, forte boato fa tremare le finestre: caccia ha sfondato il muro del suono

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Settembre 2019 19:09 | Ultimo aggiornamento: 26 Settembre 2019 19:09
Due caccia, Ansa

Caccia in volo (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Tanta paura a Venezia dove intorno alle 12 di oggi, giovedì 25 settembre, un boato ha fatto tremare le finestre di molte abitazioni. Il boato, secondo le prime informazioni, sembra sia stato prodotto da un caccia che ha superato il muro del suono.

Il fenomeno si è sentito soprattutto nella zona orientale della città, fra Cavallino e Treporti, ma numerose segnalazioni sono giunte da tutta la provincia di Venezia e anche da alcune zone del Trevigiano.

A rinforzare l’ipotesi che sia stato un caccia militare a causare il boato che ha spaventato in molti nel veneziano c’è il fatto che, nella stessa zona, erano in corso alcune esercitazioni dell’Aeronautica militare di base a Istrana, nel Trevigiano.

Ma cosa vuol dire rompere il muro del suono?

“Si parla di “muro del suono” perché – ci spiega il sito specializzato aerospacecue.it – la resistenza dell’aria aumenta sempre di più con l’aumentare della velocità dell’aereo, diventando elevatissima quando la velocità si approssima a Mach 1 (circa 1200 km/h al livello del mare). Cosa succede in quell’istante? In quel momento le molecole d’aria non fanno più in tempo a spostarsi per lasciare spazio all’aereo e vengono urtate, provocando il famoso fenomeno del “bang” sonico”.

Fonte: TgCom, aerospacecue.it.