Venezia. Vive da tredici anni in vaporetto: sfrattato

di Emiliana Costa*
Pubblicato il 15 Aprile 2010 18:12 | Ultimo aggiornamento: 15 Aprile 2010 18:12

Vive su un vaporetto ormeggiato in un canale della Giudecca, a Venezia. Ma la sua casa galleggiante pare avere le ore contate. Michael Kiersgaard, cittadino danese che da tredici anni abita nella città lagunare, si è visto recapitare dall’ufficio tecnico del Comune un’ingiunzione di demolizione della barca per “abuso edilizio”. Una sorta di sfratto per il romantico marinaio, che ora però ha presentato ricorso.

La vicenda del vaporetto in demolizione è stata presa a cuore dal sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, amante della vita marittima. «Penso che si debbano favorire queste cose – ha affermato Orsoni – vivere sull’acqua, su un natante, dovrebbe essere una scelta che un Comune come Venezia cerca di favorire. Che poi si tratti di un abuso edilizio è inspiegabile: la legge prevede che serva la concessione per delle strutture stabili». E ovviamente il vaporetto è galleggiante.

Kiersgaard ha acquistato e restaurato la barca dopo averla trovata abbandonata lungo il Po, prima che la legge prevedesse che quei natanti, una volta dimessi, dovessero essere demoliti. L’uomo vive sul vaporetto con la moglie Anna, due figli e un cagnolino. Ha passato quarant’anni della sua vita su case galleggianti.

*Scuola di giornalismo Luiss