Venezia, cadono dal traghetto: annegate due donne in Laguna. Le ritrovano mano nella mano

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 Aprile 2020 9:22 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2020 12:35
Venezia, cadono dal traghetto: annegate due donne in Laguna

Venezia, cadono dal traghetto: annegate due donne in Laguna (foto Ansa)

VENEZIA – Due donne sono morte annegate dopo essere presumibilmente cadute da una motonave. E’ accaduto la scorsa notte nella laguna di Venezia a bordo di un mezzo dell’Actv, l’azienda di trasporto locale.

Nessuno ha assistito alla tragedia. Solo al momento dell’attracco del traghetto il personale di bordo si è accorto che le due donne mancavano all’appello. Sono scattate le ricerche e dopo circa due ore i cadaveri sono stati recuperati dai vigili del fuoco. 

Le due vittime, di circa 40 anni, avevano origini magrebine. L’imbarcazione era partita da Punta Sabbioni a mezzanotte ed era diretta al Lido. A bordo il solo comandante. Alla prima fermata, l’uomo si è accorto che le due passeggere erano sparite.

Per le ricerche sono intervenuti i vigili del fuoco e gli uomini della Capitaneria di porto. I due corpi ormai senza vita sono stati trovati al Lido, all’altezza delle paratoie del Mose. Erano mano nella mano. Una delle due, una 38enne, è stata identificata grazie ai documenti che aveva con sé. Si tratta di una marocchina, in Italia con lo status di rifugiata, che risiedeva a Marghera.

Una bevanda bevuta a metà e due paia di scarpe: sono gli unici altri elementi in mano agli investigatori per cercare di ricostruire quanto accaduto. Con il passare delle ore prende sempre più consistenza l’ipotesi che le due donne possano aver compiuto un gesto autolesionistico o siano state vittima di una disgrazia. Il pm di turno ha disposto ulteriori accertamenti. (Fonte: Ansa)