Venezia, Ivano Gritti ucciso con un colpo di pistola. Fermato un sospetto

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 gennaio 2018 9:44 | Ultimo aggiornamento: 9 gennaio 2018 12:33
omicidio-venezia

Venezia, Ivano Gritti ucciso con un colpo di pistola. Fermato un sospetto

VENEZIA –  Ivano Gritti, veneziano di 48 anni, è stato ucciso con un colpo di pistola nella notte a Venezia, verso l’una , nel sestiere di San Polo.

L’allarme è stato lanciato dai vicini che hanno sentito il colpo. L’omicidio sarebbe da ricondurre a ragioni familiari., ma ancora le indagini da parte delle forze dell’ordine sono in corso. Un sospetto è stato portato in caserma.

Il presunto omicida si chiama Ciro Esposito, ha 50 anni ed è originario del napoletano.

L’uomo, uno sbandato che viveva di espedienti, aveva occupato abusivamente a Venezia, a pochi passi da Piazzale Roma, un alloggio vicino da quello della vittima. Secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri, Ivano Gritti aveva bussato alla porta di Esposito per farsi aprire ma quest’ultimo, per tutta risposta, ha esploso due colpi di pistola, uno dei quali ha raggiunto la vittima in un occhio. Gritti abitava in una casa ereditata dalla madre e da tempo aveva stretto rapporti con il suo assassino.