Va a pagare il parchimetro e intanto lo multano perchè “non ha pagato”

Pubblicato il 5 Ottobre 2011 13:33 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2011 13:58

VENEZIA – E’ andato a pagare il parchimetro ma al suo ritorno ha trovato una multa di 24 euro per non aver esposto il tagliando del parcheggio. Protagonista della vicenda, che risale al 17 settembre scorso, è Pierfrancesco Mazzi, che ha ancora tra le mani il verbale compilato in via Aleardi a Mestre alle 11.24 da un ausiliario del traffico di Asm e lo scontrino che riporta, incredibilmente, la stessa ora.

“Mi domando – dice l’automobilista multato al Gazzettino – se l’ausiliario numero 922 non poteva guardarsi attorno per vedere se qualcuno stesse armeggiando con il parchimetro. Credo di avere impiegato meno di un minuto a procurarmi il tagliando, e al mio ritorno la multa era già lì e l’ausiliario era scomparso”.

L’uomo, che peraltro si è accorto della contravvenzione quando è ritornato a casa, un’ora più tardi aveva già provveduto a pagare la multa. Con il verbale già compilato, spiegano alla Polizia municipale, avrebbe dovuto presentare entro 60 giorni ricorso al prefetto, inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno al Comune e sperare nell’annullamento della contravvenzione. Oppure, in alternativa, presentare ricorso al giudice di pace. Ma forse troppa burocrazia per soli 24 euro.