Venezia, polemiche per le riprese del film di Stefano Accorsi. Lui risponde così

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 Novembre 2019 8:16 | Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2019 8:17
Stefano Accorsi, Ansa

Stefano Accorsi (foto Ansa)

ROMA – Polemiche a Venezia per le riprese del film di Stefano Accorsi.

L’attore si trova a Venezia per le riprese del suo film e già il sindaco Brugnaro aveva interdetto l’ingresso di tutti, compresa la sua troupe, il giorno 15, in Piazza San Marco. Comunque la presenza dell’attore a Venezia in questi giorni di dolore ha generato un vespaio di polemiche.

“Ma vergognati! – si legge in un commento – State girando un film proprio in questo momento in quel di Venezia! E state disturbando chi cerca di fare il suo lavoro e di svuotare i propri negozi dall’acqua! L’acqua è di nuovo 1.55! Fuori dalle palle”.

E ancora: “Ma vergognati stai girando un film in piazza con l’acqua alta con la città in ginocchio! Schifo totale”, “Vergognati tu e tutti quelli del tuo film, Venezia è in ginocchio, il 90%delle attività e delle case è distrutto e stamattina con la.marea a 155 hai fatto chiudere San Marco per girare il tuo film. VERGOGNATEVI!! SCIACALLI!!!!”.

“Stiamo girando a Venezia dal 4 novembre – è la risposta di Stefano Accorsi – e continueremo fino al 12 dicembre. Non stiamo facendo nessuno sciacallaggio, semplicemente non potevamo immaginare una situazione simile. Come ho già scritto essere qui in questi giorni è stato impressionante e angosciante. Stiamo semplicemente portando a termine un lavoro che era già previsto, cerchiamo di fare come tutti qui: andare avanti. Cosa dovremmo fare? Smettere di girare? E i negozianti cosa dovrebbero fare? Non aprire più i loro negozi? Ognuno qui sta lottando per fare il proprio lavoro”.

Fonte: Il Fatto Quotidiano.