Venezia. Rapina gioielleria: preso perché “somiglia a Pippo Franco”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Marzo 2015 16:55 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2015 16:56
Venezia. Rapina gioielleria: preso perché "somiglia a Pippo Franco"

Venezia. Rapina gioielleria: preso perché “somiglia a Pippo Franco”

VENEZIA – Un rapinatore è stato identificato e arrestato per la sua somiglianza con il comico Pippo Franco. Il gioielliere rapinato a Venezia nei giorni scorsi ha identificato il ladro proprio per il prominente naso e lo ha denunciato. Una somiglianza con il celebre comico che ha permesso agli agenti di trovare rapidamente e arrestare l’autore della rapina.

Ad aiutare il gioielliere rapinato anche la testimonianza di una donna presente in gioielleria, che proprio come il titolare del negozio ha evidenziato la somiglianza col comico:

“Sono certissimo, perché assomiglia molto al comico Pippo Franco per la caratteristica prominente del proprio naso”.

L’uomo, un milanese di 44 anni, difeso dall’avvocato Robert Ranieli, è accusato di aver partecipato con altre tre persone ad una rapina messa a segno a Stra (Venezia) lo scorso 3 gennaio. Nell’ordinanza d’arresto firmata dal gip di Venezia Alberto Scaramuzza, su richiesta del pm Massimo Michelozzi, viene ricostruito che gli investigatori sono arrivati al presunto rapinatore perché i suoi complici avevano avuto contatti telefonici con un’utenza intestata al padre.

Determinante, poi, è stato il riconoscimento fotografico perché “i testimoni avevano insistito su questo particolare della prominenza del naso”. Un naso “pronunciato” che, tra l’altro, si poteva osservare, come spiega il giudice, anche nelle immagini “del sistema di videosorveglianza”. I testimoni inoltre hanno messo a verbale che era

“molto somigliante – scrive il gip – all’attore comico Massimo Ceccherini ed al presentatore Pippo Franco”.