Venezia: un euro per andare al bagno del ristorante, con lo scontrino

di Redazione blitz
Pubblicato il 10 agosto 2018 14:35 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2018 14:35
venezia ristorante

Venezia: un euro per andare al bagno del ristorante, con lo scontrino

VENEZIA – Un euro per andare al bagno nel bar o nel ristorante dove non si è consumato nulla. E con tanto di scontrino fiscale. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Accade al Roxy, un locale del Lido di Venezia, dove il titolare Adriano Cimò, ha deciso di contrastare così l’invasione dei turisti nella sua toilette.

“Un’iniziativa lodevole e con tanto di scontrino. Le toilette dei pubblici esercizi, come da regolamento che ha almeno trent’anni, sono destinate alla clientela. In quelle pubbliche che l’amministrazione comunale mette a disposizione di tutti si paga 1 euro e 50”, ricorda Ernesto Pancin direttore dell’Aepe di Venezia.

“Noi per buona educazione siamo sempre disponibili a fare usare le toilette, ma non è un obbligo. Laddove fossero distanti i servizi pubblici gli esercizi di ristorazione surrogano, ma è giusto pagare i costi che l’accesso esagerato di clientela comporta”.

Meglio così dunque che far pagare una consumazione? “Certo, altrimenti sarebbe un ulteriore vantaggio”, continua Pancin, “si avrebbe il servizio e la consumazione al prezzo di un solo servizio. Detto questo se una persona ha bisogno del bagno e non ha la disponibilità di un euro, basta chiedere con cortesia e credo nessuno gliene negherà l’uso”.