Franco-maghrebini arrestati a Ventimiglia, nel furgone 10..

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Ottobre 2015 11:54 | Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre 2015 12:23
Ventimiglia, migranti nel furgone: arrestati due francesi

Il confine tra Italia e Francia a Ventimiglia

VENTIMIGLIA (IMPERIA) – Due francesi di origini maghrebine sono stati arrestati dalla polizia di frontiera di Ventimiglia (Imperia) mentre stavano cercando di portare dieci migranti oltre confine. I dieci profughi, provenienti dal centro di prima assistenza di Ventimiglia, sono stati trovati in condizioni disumane chiusi dentro il furgone dei due francesi, praticamente senza aria. Tra loro c’era anche un minore in sofferenza respiratoria. I due francesi sono accusati di favoreggiamento all’immigrazione clandestina aggravato.

I profughi, assistiti e rifocillati dalla polizia, hanno riferito che i due passeur francesi li avevano contattati nel centro di prima assistenza allestito alla stazione ferroviaria di Ventimiglia. Qui avrebbero proposto loro il passaggio oltreconfine fino a Menton, in Francia, dietro compenso di circa 100 euro a persona. Poi li hanno caricati sul furgone con targa francese e li avrebbero chiusi dentro con un grosso lucchetto.

Quando i poliziotti hanno fermato il furgone alla barriera del confine di Stato hanno dovuto perquisire il mezzo per trovare le chiavi del lucchetto, perché i due francesi sostenevano di non possederle. Le chiavi sono state trovate sotto il tappetino del posto di guida.