Vercelli, avvelenamento da monossido: evacuata una palazzina. Sedici persone in ospedale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Gennaio 2019 9:36 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2019 9:36
Vercelli, avvelenamento da monossido: evacuata una palazzina. Sedici persone in ospedale (foto d'archivio Ansa)

Vercelli, avvelenamento da monossido: evacuata una palazzina. Sedici persone in ospedale (foto d’archivio Ansa)

VERCELLI – Un’intera palazzina è stata evacuata, nella notte tra lunedì e martedì 15 gennaio a Vercelli, per un avvelenamento da monossido di carbonio. Sedici le persone finite in ospedale. 

Secondo quanto riferito dal 118 quattro sono state trasportate per accertamenti all’ospedale Sant’Andrea di Vercelli, cinque in quello di Novara; per altre sette è stato necessario il trattamento in camera iperbarica. È accaduto in via Bussi. A causare l’intossicazione, secondo i primi accertamenti, sarebbe stato il malfunzionamento della caldaia di un alloggio nei primi piani della palazzina. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco.
Allarme monossido anche a Torino. Un’intera famiglia è finita in ospedale per intossicazione da monossido di carbonio. Squadre dei vigili del fuoco e personale del 118 sono intervenuti in via Breglio per soccorrere padre, madre e tre figli di 6, 8 e 12 anni che hanno iniziato ad accusare i primi malori legati al monossido. La famiglia aveva acceso un braciere nell’appartamento per scaldarsi. I cinque sono stati trasportati all’ospedale Maria Vittoria per accertamenti.