Cronaca Italia

Verona, addetti celle mortuarie chiedevano il pizzo alle agenzie funebri: 4 arresti

Verona, addetti celle mortuarie chiedevano il pizzo alle agenzie funebri: 4 arresti

Verona, addetti celle mortuarie chiedevano il pizzo alle agenzie funebri: 4 arresti

VERONA – Smantellato il racket del caro estinto a Verona: quattro operatori in servizio presso le celle mortuarie dell’Ospedale Borgo Roma sono stati arrestati per concussione e associazione a delinquere. Le indagini coordinate dal pm Valeria Ardito avrebbero portato alla scoperta di una sorta di organizzazione tra gli operatori che costringeva le imprese funebri a pagare un pizzo in cambio della garanzia che le salme sarebbero state tenute e preparare in modo adeguato in vista del rito funebre.

In arresto sono state tratte quattro persone che si trovavano in servizio al momento del blitz, ma nei prossimi giorni potrebbero esserci altri provvedimenti relativi a personale che non era presente sul posto di lavoro.

L’operazione, avviata al seguito di una segnalazione alla Procura da parte dell’Azienda Ospedaliera di Verona cui sono seguiti ulteriori esposti da parte di altri soggetti, è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Verona in stretta collaborazione con la direzione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e ha visto il coinvolgimento della Sezione della Polizia Giudiziaria e della Polizia Municipale di Verona.

L’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata ha reso noto che i provvedimenti non influiranno sul regolare svolgimento dei servizi funebri in partenza dall’Ospedale di Borgo Roma.

To Top