Verona: tre donne picchiano e rapinano disabile per soli 8 euro

Pubblicato il 16 Novembre 2010 19:26 | Ultimo aggiornamento: 16 Novembre 2010 19:34

Hanno aggredito e malmenato un disabile per rapinarlo di otto euro. Protagoniste tre donne arrestate dagli agenti delle volanti della Questura di Verona e poi rimesse in libertà dal giudice in attesa del processo. Le tre donne sono accusate di avere aggredito, alla fermata di un autobus un uomo di 69 anni costretto a camminare con le stampelle, per rapinarlo dei pochi euro che teneva nel marsupio.

L’uomo, che ha cercato di difendersi è stato scaraventato a terra e fatto cadere lungo le scale di un vicino sottopasso. Non paghe del gesto – secondo quanto ricostruito dalla polizia – le tre donne, oltre ai soldi, hanno preso le stampelle ed il marsupio dell’uomo e si sono allontanate. Quando i poliziotti sono intervenuti su segnalazione di un cittadino, hanno trovato le tre ancora nei dintorni e le hanno bloccate con una di loro che nascondeva il marsupio.

Tra le tre, Barbara De Luca, 47 anni, originaria di Cologna Veneta (Verona), uscita dal carcere lo scorso luglio dopo avere aggredito un’anziana al cimitero per rapinarla di pochi spiccioli, e Donatella Edda Bresaola, veronese, 48 anni, coinvolta in una indagine per sequestro di persona sul finire degli anni ’90.