Verona, si barrica in ospedale e minaccia uccidere la moglie: arrestato

Pubblicato il 2 Giugno 2012 18:13 | Ultimo aggiornamento: 2 Giugno 2012 19:17

VERONA – Si era barricato in una stanza del reparto di psichiatria minacciando di uccidere la moglie: alla fine é stato bloccato dai poliziotti ed arrestato.

Dopo aver dato in escandescenze mentre attendeva di essere visitato, l'uomo, un giovane rom, aveva rotto con un pugno una finestra, staccando un grosso pezzo di vetro con il quale aveva poi minacciato la compagna, puntandoglielo alla gola.

Il giovane, di 27 anni, si era infine barricato in una stanza del reparto ospedaliero, chiedendo gli venisse messa a disposizione un'auto per fuggire in Romania, pena la vita della moglie.

Con un escamotage, i poliziotti sono riusciti a convincerlo a prendere una bottiglietta d'acqua, nella quale era stato messo del sedativo.

Quando il sequestratore ha aperto la porta, la donna ne ha approfittato per divincolarsi e fuggire; a questo punto gli agenti sono penetrati nella stanza, immobilizzando il giovane e arrestandolo.