Veronica Panarello, Davide Stival: “Se non ci fossero le telecamere lei…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 luglio 2018 21:01 | Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2018 21:25
Veronica Panarello, Davide Stival: "Se non ci fossero le telecamere lei..."

Veronica Panarello, Davide Stival: “Se non ci fossero le telecamere lei…”

RAGUSA – “Davide è molto provato. È una persona semplice, con un alto senso del pudore. Ha sofferto nel vedere una scena del genere perché dice che, se non ci fossero state le telecamere, non l’avrebbe fatta”. A parlare a MeridioNews, dopo la sentenza di secondo grado con cui la corte d’Appello di Catania ha confermato la condanna a 30 anni per Veronica Panarello, è Daniele Scrofani, il legale di Davide Stival. 

L’avvocato si riferisce [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] alla sceneggiata di Veronica Panarello in aula dopo la sentenza.

Veronica Panarello, condannata per l’omicidio del figlio Loris, infatti, ha reagito pesantemente dopo la lettura della sentenza, contro i giudici che non hanno concesso le attenuanti dopo avere stabilito che la donna è capace di intendere e di volere, e contro il suocero: “Sei contento? È tutta colpa tua – ha urlato in aula la Panarello – ma ti ammazzo con le mie mani quando esco. Da adesso sconti non ce ne saranno più per nessuno: dato che non ho avuto giustizia, la giustizia me la farò da sola e quando uscirò dal carcere lo ucciderò”.

Secondo la sentenza Lorys sarebbe stato ucciso dopo il rifiuto di andare a scuola. “Panarello ha modificato le proprie versioni sulla base delle acquisizioni probatorie – commenta l’avvocato Scrofani sempre a MeridioNews -. Ha fatto da specchio alle indagini, approfittando delle notizie che aveva delle indagini per darci le informazioni”.