Veronica: “Io, picchiata e segregata in casa per 4 anni dal compagno di mia madre”

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 marzo 2018 20:29 | Ultimo aggiornamento: 30 marzo 2018 20:29
La storia di Veronica raccontata a Barbara D'Urso

Barbara D’Urso

SALERNO – Segregata in casa dal compagno della madre e picchiata. Questa è la storia di Veronica, una giovane di 22 anni che a Barbara D’Urso a Pomeriggio Cinque ha raccontato il proprio dramma.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Per le botte subite Veronica ha perso la vista da un occhio, ha un labbro sfregiato, un orecchio rovinato e segni di bruciature sulla schiena, riferisce Leggo.

La giovane donna, originaria di Teggiano (Salerno), è riuscita a denunciare e a chiedere aiuto solo quando il compagno della madre è stato arrestato per altri reati. E adesso anche sua madre risulta indagata, accusata dalla sua stessa figlia di essere stata complice di quelle violenze.

“Mi diceva che me l’ero cercata, che era colpa mia e ora pagavo le conseguenze di quello che avevo fatto”, ha raccontato Veronica a Pomeriggio Cinque. “Il compagno di mamma è stato arrestato e gli hanno dato 5 giorni premio durante i quali sono scappati con mia madre. Io sono rimasta sola in casa, così ho chiamato il 112 cercando mio padre e mi hanno liberata”.

Un’inviata di Pomeriggio Cinque ha sentito anche la madre di Veronica, che ha dato la propria versione dei fatti: “Non capivo bene quello che succedeva, ero segregata anche io in casa. Lui ci teneva lontane, io non avevo modo di parlare con Veronica. Mi dava ordini ed eseguivo, ero impotente”.

Ma per Veronica le cose non stanno così: “Io non penso che lei fosse impotente, avrebbe potuto fare qualcosa, ma non ha mai fatto nulla. Non riesco a perdonarla per tutto quello che ha fatto”.