Versilia, Babbo Natale non passa solo per un bambino di 4 anni. Maestre negano regalo: indaga il provveditore

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Dicembre 2020 12:06 | Ultimo aggiornamento: 30 Dicembre 2020 12:31
Versilia, Babbo Natale non passa solo per un bambino di 4 anni. Maestre negano regalo: indaga il provveditore

Versilia, Babbo Natale non passa solo per un bambino di 4 anni. Maestre negano regalo: indaga il provveditore (Ansa)

Versilia, Babbo Natale ha saltato un’asilo quest’anno: un bambino di 4 anni si è visto negare dalle maestre il regalo il 23 dicembre, l’anti Vigilia, quando si ricevono i regali a scuola.

Troppo agitato, non era abbastanza buono da meritarlo. C’è rimasto male, se ne è accorta la madre. Che si è sfogata sui social. Alla fine la questione arriverà al Provveditorato che istituirà i procedimenti disciplinari del caso.

Versilia, Babbo Natale non fa regalo solo a bambino. Maestre in procedimento disciplinare

La madre ha intenzione di far cambiare scuola al figlio mortificato. La dirigente scolastica li ha invitati entrambi per la ripresa delle lezioni a gennaio. Il regalo del bimbo è lì che lo aspetta. Accerterà bene la situazione, la dirigente scolastica. Che ha ordinato una relazione dettagliata alle maestre. E che invita a non dar loro troppo addosso.

La “punizione” – segnala Il Tirreno – doveva servire come strumento educativo: se si fosse comportato bene a casa avrebbe ricevuto il regalo.

Serviranno argomenti più convincenti per persuadere la madre. “Meritava una lezione secondo loro, così non gli hanno consegnato il regalo di Natale – ha spiegato la donna.  Vi sembra giusto?” si chiede .

“Lui ci è rimasto malissimo. Vi potete immaginare la scena dei compagni che scartano i pacchetti e uno solo che rimane senza? Mi ha detto che in classe ha pianto, quando sono andato a prenderlo era mogio mogio. Non si fa così”.

“Non ci penso proprio a rimandarlo lì anche se ho parlato con la dirigente scolastica che era all’oscuro di tutto e molto dispiaciuta. Ha detto che si sarebbe informata. Ma è troppo tardi, per il mio bambino è stato uno shock e voglio allontanarlo da maestre che hanno fatto una scelta di questo tipo”. (fonte Il Tirreno)