Versilia: sparatoria sul lungomare a Lido di Camaiore, paura tra bagnanti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 agosto 2015 20:11 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2015 20:11
Versilia: sparatoria sul lungomare a Lido di Camaiore, paura tra bagnanti

Versilia: sparatoria sul lungomare a Lido di Camaiore, paura tra bagnanti

LIDO DI CAMAIORE (LUCCA) – Si è conclusa con una fuga tra i bagnanti in spiaggia, terrorizzati, l’inseguimento di due ladri nel corso del quale sono stati esplosi anche colpi di pistola sulla affollata passeggiata a mare di Lido di Camaiore. Uno dei banditi è stato preso e sottratto alla folla che avrebbe voluto linciarlo. Gli altri due sono riusciti a dileguarsi, spogliandosi degli abiti sulla spiaggia per confondersi tra i bagnanti e riuscendo, forse, a disfarsi delle armi: le ricerche della pistola con cui un testimone ha visto uno di loro uscire dall’auto e prendere la mira verso gli agenti sono state condotte anche in mare.

Durante l’inseguimento gli agenti hanno esploso colpi di pistola a scopo intimidatorio. Tutto è cominciato quando sabato mattina gli agenti di una volante hanno sorpreso i banditi probabilmente mentre stavano per mettere a segno un furto in una abitazione a Lido di Camaiore. La polizia ha notato una persona con indosso una parrucca salita a bordo di una Ford Focus nera, risultata poi rubata, sulla quale c’erano altre due persone. Alla vista degli agenti l’auto è partita a forte velocità inseguita da quella della polizia: un inseguimento durato cinque o sei chilometri fino ai viale a mare di un tranquillo sabato mattina.

L’auto dei fuggitivi ha anche imboccato un senso contrario ed è stata poi speronata da quella della polizia che durante l’inseguimento ha esploso alcuni colpi di pistola a scopo intimidatorio. E’ stato a questo punto che almeno un testimone ha visto uno dei tre occupanti dell’auto uscire e sparare prima di darsi alla fuga con un complice. Il terzo componente del gruppo, un 35enne, è invece rimasto chiuso in auto ed è stato bloccato dalla polizia. Ha riportato ferite lievi nella colluttazione ed ha rischiato il linciaggio della folla che ha accerchiato l’auto della polizia, riuscita ad allontanarsi a fatica verso il commissariato con il fermato a bordo.

Nella colluttazione anche un poliziotto è rimasto ferito. Nel frattempo i due in fuga hanno raggiunto la vicina spiaggia tra il terrore dei bagnanti: c’è chi si è nascosto all’interno dei locali della passeggiata, temendo si fosse trattato di un attentato, altri in spiaggia si sono rifugiati nelle cabine degli stabilimenti balneari. I due, che hanno ‘seminato’ i loro abiti restando seminudi per confondersi tra i bagnanti, sono riusciti a dileguarsi e forse a disfarsi dell’arma o delle armi. La polizia – ha detto il dirigente del commissariato Enrico Parrini – ha recuperato diversi oggetti nell’auto dei fuggiaschi tra cui due ricetrasmittenti.