Vescovo di Mantova: “Abbiamo pagato 400mila euro di Ici nel 2011”

Pubblicato il 22 Dicembre 2011 15:06 | Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2011 15:09

MANTOVA – ‘Evadere le tasse è un reato, ma anche un peccato’. Ad affermarlo è il vescovo di Mantova Roberto Busti che, in un’intervista alla Gazzetta di Mantova, parla dell’Ici versata quest’anno da diocesi e parrocchie: circa 400mila euro. ‘La diocesi – dice il vescovo – è proprietaria di un albergo modesto, ma ben tenuto, a San Martino di Castrozza: è dotato di cappella con tanto di presenza eucaristica, e paga l’Ici e le imposte sui redditi’.

Inoltre, l’Imposta comunale sugli immobili ‘viene pagata su tutti i beni messi a reddito’. ”Su quelli gestiti dall’Istituto diocesano per il sostentamento del clero – ha precisato monsignor Busti – abbiamo versato quest’anno 352.063 euro. Diocesi e parrocchie hanno, invece, prevalentemente beni immobili per il culto e la pastorale. Laddove ci siano immobili della diocesi o delle parrocchie soggetta a Ici , questa viene regolarmente versata. La diocesi quest’anno ha versato 11.655 euro e le sue parrocchie, complessivamente, 36.538 euro’.