Vestone, positivo al coronavirus esce a passeggiare. La scusa: “Tanto sono asintomatico”

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 Aprile 2020 12:02 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2020 12:03
Vestone, positivo al coronavirus esce a passeggiare. La scusa: "Tanto sono asintomatico"

Vestone, positivo al coronavirus esce a passeggiare. La scusa: “Tanto sono asintomatico” (Foto archivio Ansa)

BRESCIA – “Tanto sono asintomatico”. Così ha detto ai vigili che lo hanno sorpreso a passeggiare per le strade di Vestone (Brescia), nonostante fosse risultato positivo al Covid-19. Per questo un uomo di 65 anni è stato denunciato per aver violato le misure di contenimento dovute all’emergenza coronavirus.  

Il 65enne si trovava a piedi per le vie del paese senza alcuna valida motivazione tra quelle ritenute strettamente necessarie previste dall’ultimo Dpcm. A seguito di un rapido controllo, gli agenti della polizia locale hanno poi scoperto che l’uomo avrebbe dovuto osservare la quarantena obbligatoria in casa, dopo essere risultato positivo al tampone. 

La sua giustificazione è stata ancor più surreale. “Tanto sono asintomatico”, ha detto cercando di spiegare che a breve sarebbe stato contattato dalla locale Ats per sottoporsi a un nuovo tampone di controllo, il cui esito, a suo dire, sarebbe stato sicuramente negativo.

Ai sensi dell’articolo 650 del codice penale, per la violazione delle misure di contenimento, è stato quindi denunciato. Ma rischia guai ancor più seri sul piano penale: i decreti prevedono infatti il “divieto assoluto” di uscire da casa per chi è sottoposto a quarantena o risulti positivo al virus, e in questo caso il mancato rispetto della norma comporta sanzioni penali, con l’arresto da 3 a 18 mesi e il pagamento di un’ammenda da 500 a 5000 euro. (Fonte: Fanpage)