Viadotto E45, Procura Arezzo autorizza riapertura: limite 50km/h e no mezzi sopra 3,5 tonnellate

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 febbraio 2019 13:03 | Ultimo aggiornamento: 2 febbraio 2019 13:03
Viadotto E45, Procura Arezzo autorizza riapertura: limite 50km/h e no mezzi sopra 3,5 tonnellate

Viadotto E45, Procura Arezzo autorizza riapertura: limite 50km/h e no mezzi sopra 3,5 tonnellate

AREZZO – Può riaprire al traffico il viadotto Puleto sulla E45. Lo ha stabilito la Procura di Arezzo, imponendo alcune limitazioni: possono transitare solo i mezzi con peso inferiore alle 3,5 tonnellate e con un limite di velocità di 50 km l’ora. Inoltre viene richiesto l’immediato inizio dei lavori.

Il provvedimento del procuratore di Arezzo Roberto Rossi è stato notificato sabato mattina all’Anas. La situazione per i periti del pm resta grave ma con alcuni accorgimenti la strada può essere riaperta, una volta terminata la segnaletica e con lavori in corso. La tempistica sarà ora stabilita da Anas.

Era stato il gip del tribunale di Arezzo, Piergiorgio Ponticelli a disporre il sequestro preventivo e la chiusura del viadotto, vicino al paese di Valsavignone in provincia di Arezzo, non lontano dal confine con la Romagna. Il provvedimento è stato richiesto dal procuratore Rossi, che aveva già aperto un’inchiesta sul cedimento di una piazzola di sosta, sempre sulla E45, avvenuto l’11 febbraio 2018 nel territorio di Pieve Santo Stefano, in provincia di Arezzo, a poca distanza dal viadotto Puleto. 

Il viadotto, dal 16 gennaio scorso, era sotto sequestro preventivo perché, secondo i consulenti della procura, a rischio collasso. Una scelta che per due settimane, ha di fatto lasciato l’Italia tagliata in due. Tra gli interventi richiesti per la riapertura l’inizio immediato dei lavori da parte di Anas che dovrà posizionare semafori capaci di avvisare e dunque interrompere il traffico qualora si verifichino problemi, allestimento di sole due corsie di marcia, quelle centrali, e limitazioni di velocità e peso.