Cronaca Italia

Viaggio da incubo per 150 turisti bergamaschi: un’odissea per raggiungere la Grecia

Partiti dall’aeroporto di Orio al Serio (Bergamo) per una settimana sull’isola greca di Kos, rientrati in Italia dodici ore più tardi, dopo aver solo sorvolato la penisola ellenica e fatto uno scalo di quattro ore a Rodi. E’ l’incredibile vicenda capitata nel fine settimana a 150 turisti italiani, metà dei quali bergamaschi.

Il viaggio per l’agognata villeggiatura, organizzato dal tour operator Phone and Go, si è trasformato in un incubo, come i turisti hanno raccontato all’ ‘Eco di Bergamo’. L’aereo, partito sabato sera da Orio al Serio, è arrivato nella notte a Kos, dove però non è riuscito ad atterrare per una perturbazione atmosferica.

Il velivolo è stato dirottato a Rodi, ma dopo quattro ore di attesa è stato rispedito a Bergamo, dove è arrivato alle 6 di domenica mattina. A quel punto i turisti sono stati trasferiti in hotel in attesa di un nuovo volo. Alle 13.45, la notizia di un aereo in partenza alle 16 da Malpensa. Ma quando sono arrivati allo scalo milanese, l’aereo – secondo quanto riferito dagli organizzatori ad alcuni turisti – era già partito. E’ così scattata la protesta, sedata a fatica. Venti persone sono riuscite a imbarcarsi per la Grecia alle 17 di domenica, gli altri hanno dovuto attendere le 22, mentre alcuni hanno deciso di tornare a casa e chiedere il rimborso.

To Top