Strage Viareggio, decine di indagati e possibili responsabilità di Rfi

Pubblicato il 19 Giugno 2010 15:18 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2010 15:18

Un'abitazione in fiamme dopo l'incidente ferroviario

A quasi un anno dalla strage di Viareggio in cui persero la vita 32 persone la Procura di Lucca cerca i responsabili. Secondo quanto scrive il Corriere della Sera potrebbe essere coinvolta anche Rfi, la Rete ferroviaria italiana.

Per quell’incidente ferroviartio del 29 giugno 2009, dovrebbero essere “decine” gli indagati che finiranno sul registro della Procura di Lucca, probabilmente entro il primo anniversario dalla strage, sempre secondo il Corriere della Sera.

Il procuratore di Lucca Aldo Cicala aveva annunciato i primi sette indagati, ma ora dunque le indagini dovrebbero essere molto più estese dato che  spunta la presunta responsabilità di Rfi, la società controllata dal Gruppo Fs, che si occupa delle “infrastrutture di terra”: binari, movimento treni, installazione degli impianti, manutenzione e gestione della circolazione.

Importante risulta l’identificazione dell’oggetto che causò lo squarcio nel primo carro, quello da cui fuori-uscì il Gpl. Nella relazione di Rfi la colpa fu data ad un pezzo della controrotaia di uno scambio, un pezzo che non presenta alternative. Se invece a rompere la cisterna fosse stato un picchetto, la responsabilità sarebbe di Rfi.