Corriere della Sera: “Arrestato per bancarotta presidente di Confcommercio Vibo”

Pubblicato il 3 Luglio 2012 12:12 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2012 12:17

VIBO VALENTIA – Il presidente di Confcommercio Vibo Valentia, Giuseppe Rito, la moglie e il suocero sarebbero stati arrestati, secondo quanto scrive il Corriere della Sera. L’accusa nei confronti di Rito, della moglie Concetta Mancini e del suocero Giovanni Giuseppe Mancini, sempre stando a quanto scrive il Corriere della Sera, sarebbe di bancarotta e procurato fallimento.

Scrive il Corriere della Sera: “Rito avrebbe gestito una delle società della moglie, la ‘Etti Mancini moda srl’, che gestiva una serie di negozi di abbigliamento e che è stata dichiarata fallita nel 2010. I Mancini, padre e figlia, sono tra l’altro soci del 501, una delle più importanti strutture ricettive in provincia di Vibo e del Lido degli Aranci, sulla costa degli Dei”.

Oltre ai tre imprenditori, secondo quanto riporta il Corriere della Sera, sarebbe stato arrestato anche il loro commercialista Mario Malfarà Sacchini.

Il danno erariale accertato dalla Guardia di Finanza, scrive il Corriere, “ammonta a circa 3 milioni di euro. I Mancini grazie anche alle consulenze di Malfarà, aprivano e chiudevano ditte spostando capitali e prosciugando le casse delle società di comodo, aperte e chiuse secondo le esigenze del momento”.