Vibo Valentia: imprenditore turistico in coma dopo una lite, fermato l’autore

Pubblicato il 18 ottobre 2011 10:57 | Ultimo aggiornamento: 18 ottobre 2011 11:24

RICADI (VIBO VALENTIA) – E' stato fermato dai carabinieri il presunto responsabile del ferimento, avvenuto ieri a Ricadi nel corso di una rissa, dell'imprenditore turistico Rocco Sainato, di 64 anni, ricoverato in stato di coma negli Ospedali riuniti di Reggio Calabria.

Il fermato e' un romeno di 33 anni, Nicolae George Mihalhche, di 33 anni, dipendente di Giacomo De Salvo, di 36 anni, titolare di uno stabilimento balneare limitrofo a quello di Sainato. La rissa nel corso della quale e' avvenuto il tentato omicidio e' scaturita da una lite tra Sainato e De Salvo per una servitu' di passaggio. Nel corso della lite Mihalhche, intervenuto nella lite tra Sainato e De Salvo, ha colpito piu' volte il primo con un bastone provocandogli gravi ferite alla testa.

Le indagini dei carabinieri della Compagnia di Tropea hanno portato, oltre al fermo di Mihalhche, alla denuncia in stato di liberta' con l'accusa di rissa di altre quattro persone. Si tratta dello stesso Sainato e di due suoi figli e di un altro dipendente di De Salvo che, secondo l'accusa, avrebbero partecipato alla rissa.