Vicenza, ragazzino muore strangolato. Sospetti su un gioco su internet: inchiesta per istigazione al suicidio

di redazione Blitz
Pubblicato il 9 gennaio 2019 7:50 | Ultimo aggiornamento: 9 gennaio 2019 0:47
Vicenza, ragazzino muore strangolato. Sospetti su un gioco su internet: inchiesta per istigazione al suicidio

Vicenza, ragazzino muore strangolato. Sospetti su un gioco su internet: inchiesta per istigazione al suicidio

VICENZA  – E’ morto martedì 8 gennaio all’ospedale di Vicenza un ragazzino di 11 anni che nella serata di Capodanno era stato trovato esanime, con una sciarpa stretta attorno al collo nel soggiorno della sua casa di famiglia a San Pietro Mussolino (Vicenza), nella vallata del Chiampo.

A fare la tragica scoperta era stato il fratello maggiore di 14 anni. Il ragazzino era stato soccorso da un’ambulanza dell’ospedale di Arzignano, ma subito dopo dirottato nel più attrezzato nosocomio San Bortolo del capoluogo berico, dove però era arrivato già in condizioni disperate.

Sulla vicenda esiste il massimo riserbo ma la tragedia potrebbe essere legata a un gioco finito male. Per questo motivo il reato ipotizzato sostituto procuratore di Vicenza, Hans Roderich Blattner, è quello di istigazione al suicidio, anche se al momento non sono stati iscritti nomi nel registro degli indagati. Il magistrato ha sequestrato il computer nelle disponibilità del ragazzino per accertare se possa aver partecipato a un gioco, in voga sul web, che consisterebbe nello strangolarsi fino a svenire. 

5 x 1000