Vicenza, serpente esce dalla teca e scappa nel giardino della vicina

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Giugno 2020 12:56 | Ultimo aggiornamento: 17 Giugno 2020 12:56
Vicenza, serpente

Vicenza, serpente esce dalla teca e scappa nel giardino della vicina

ROMA – Un serpente è scappato nel giardino della vicina. Tutto è successo a Ca’ Bottara a Schio, in provincia di Vicenza, dove i Vigili del fuoco sono intervenuti per catturare il serpente.

I pompieri, accorsi dal locale distaccamento, sono subito riusciti a prendere il rettile e lo stavano mettendo in un sacco, quando il vicino di casa della richiedente sentendo parlare di serpente ha dichiarato che era suo.

Il rettile, un serpente del grano, era riuscito a fuggire dalla teca e a far perdere le proprie tracce andando nel giardino della vicina. 

Tutto bene, quindi, quel che finisce bene. Serpente preso e vicini… salvi. (Fonte: Vigili del Fuoco, Leggo).

Fidanzato con passato di estrema destra, lo scopre a pochi giorni dalle nozze e salta tutto

Scopre che il fidanzato ha un passato come estremista di destra e lo lascia a pochi giorni dalle nozze.

Ma lui non si arrende e, avendo anticipato anche i soldi per i festeggiamenti, la porta in tribunale. E vince la causa.

 

La storia è riportata dai quotidiani veneti, visto che lei è una donna di 30 anni originaria di Vicenza, mentre lui è un 40enne bolognese.

E proprio il tribunale di Bologna ha dato ragione al fidanzato, condannando la (ormai ex) fidanzata a risarcirlo con 30mila euro.

I due si erano conosciuti nel 2014, su un traghetto che li portava in vacanza in Sardegna. Lui operaio e istruttore di atletica. Lei si occupava di prodotti per bellezza e di commercio elettronico.

Il colpo di fulmine, poi il fidanzamento, infine le nozze, programmate per il 2017. Ma, proprio a poche settimane dalla funzione, lei scopre (attraverso delle foto di lui) il passato fatto di simpatie per l’estrema destra e anche una denuncia per aggressione omofoba.

Troppo per lei, che a quel punto ha deciso di far saltare tutto. Ma alla fine ha dovuto risarcirlo.

Questa è la vicenda raccontata da Diego Neri sul Giornale di Vicenza:

Qualche mese prima delle nozze lei aveva scoperto che in passato lui aveva fatto parte di un gruppo di estrema destra ed era stato accusato di aver preso parte ad un’aggressione omofoba (era stato assolto). Per questo aveva deciso di non sposarlo più, ma glielo aveva comunicato solo qualche giorno prima della cerimonia. Lui si era sobbarcato le spese del matrimonio e della casa, che gli saranno risarcite assieme alla perdita di chance. (Fonte: Il Giornale di Vicenza).