Vieste, Antonio Fabbiano ucciso in agguato sotto la sua casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 aprile 2018 9:24 | Ultimo aggiornamento: 26 aprile 2018 9:24
Antonio Fabbiano ucciso in agguato sotto la sua casa a Vieste

Vieste, Antonio Fabbiano ucciso in agguato sotto la sua casa

FOGGIA – Agguato letale nella notte tra 25 e 26 aprile a Vieste, in provincia di Foggia. Antonio Fabbiano, 25 anni, è stato ferito con alcuni colpi di fucile e pistola esplosi contro di lui mentre rientrava a casa ed è morto dopo poche ore nella Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, dove era stato portato in gravi condizioni.

Secondo una prima ricostruzione, Fabbiano si trovava nei pressi della sua casa in via Tripoli a Vieste, quando intorno alle 23 del 25 aprile è stato avvicinato da alcune persone armate. L’uomo, che secondo gli inquirenti sarebbe legato al clan di Marco Raduano, sarebbe stato ucciso per una sanguinosa guerra di mafia che si sta consumando per la lotta per il controllo del traffico di droga tra due clan.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela qui

Tutte le notizie di Ladyblitz in questa App per Android. Scaricatela qui

I carabinieri intervenuti sulla scena del delitto hanno recuperato una ventina i bossoli di fucile e pistola ed è emerso che la vittima aveva precedenti penali per rapina e droga. I killer che hanno aperto il fuoco contro Fabbiano sono stati almeno due e i militari hanno eseguito cinque stub e sentito una decina di persone tra amici e conoscenti. A Vieste dal gennaio 2015, quando fu ucciso il boss Angelo Notarangelo, detto ‘Cintaridd’, si sono verificati otto omicidi, quattro agguati sono falliti e c’è stata una lupara bianca.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other