Vigili, sciopero il 12 febbraio per il diritto di darsi malato

di redazione Blitz
Pubblicato il 16 Gennaio 2015 13:25 | Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2015 13:57
Vigili, la protesta diventa sciopero nazionale il 12 febbraio

Vigili, la protesta diventa sciopero nazionale il 12 febbraio

ROMA – Vigili in sciopero in tutta Italia il 12 febbraio, giovedì. Sciopero per il diritto di darsi malato che, nell’intenzione dei vigili, segue un’offesa, ovvero quella subita con i duri attacchi dopo che la maxi assenza di Capodanno degli agenti a Roma è diventata scandalo nazionale. Quella notte infatti presentò certificato medico oltre l’80% dei vigili che doveva essere in servizio.

Un'”epidemia sospetta” che si rivelò protesta per il nuovo contratto, almeno a Roma, che prevede un turno notturno effettivamente di notte (e non dalle 16-23 o 17-24 come fino a oggi), e un salario “accessorio” che non sia più una voce dello stipendio per tutti, ma qualcosa che viene erogato per prestazioni effettivamente accessorie.

Insomma, allo sciopero romano “mascherato” da malattia del 31 dicembre segue ora sciopero effettivo. Ufficiale e nazionale, non solo locale. La decisione è stata presa dal sindacato Ospol-Csa che rappresenta la maggior parte dei vigili urbani degli 8 mila comuni italiani. L’iniziativa, nel comunicato del sindacato, viene esplicitamente ricondotta al caso dei vigili assenti la notte di Capodanno a Roma.