Vigili Roma, indagati 600 medici: firmarono certificati per Capodanno

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 febbraio 2015 20:22 | Ultimo aggiornamento: 10 febbraio 2015 20:22
Vigili Roma, indagati 600 medici: firmarono certificati per Capodanno

Vigili Roma, indagati 600 medici: firmarono certificati per Capodanno

ROMA – Circa 600 medici sono indagati a Roma per aver firmato certificati ai vigili assenti a Capodanno. L’attenzione verso i dottori segue la iscrizionie nel registro degli indagati di tre presunti promotori dell’assenza di massa, previa presentazione di certificato medico, di vigili urbani di Roma durante la notte di Capodanno. Circa 600 camici bianchi hanno firmato i certificati relativi all’assenza di 634 vigili urbani in data 31 dicembre 2014 ed 1 gennaio 2015. Gli inquirenti vogliono accertare se, come emerge dai certificati, i vigili in questione siano stati effettivamente visitati in ambulatorio. Le verifiche, attraverso l’analisi di tabulati telefonici ed altra documentazione, vertono sulla presenza in città dei medici in questione, considerato il periodo festivo e vacanziero preso in esame.

Secondo l’ipotesi di lavoro dei pm Stefano Rocco Fava e Nicola Maiorano, che procedono per interruzione di pubblico servizio, truffa e falsità ideologica, i tre indagati avrebbero fomentato, tramite Facebook, la diserzione dell’ultimo giorno del 2014. Ma gli inquirenti vogliono approfondire tale aspetto e per questo motivo, secondo quanto si è appreso, hanno inoltrato una rogatoria negli Stati Uniti finalizzata ad apprendere dal social network se siano stati postate analoghe sollecitazioni da soggetti diversi dai tre indagati.