Sardegna, sequestrato deposito clandestino di scorie industriali di 15 mila metri quadri

Pubblicato il 7 Giugno 2010 16:39 | Ultimo aggiornamento: 7 Giugno 2010 17:09

Un sito di circa 15 mila metri quadri, nel comune di Villacidro (Medio-Campidano), adibito a stoccaggio non autorizzato di rifiuti pericolosi è stato messo sotto sequestro dal Nucleo di Polizia Tributaria del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Cagliari.

Le Fiamme Gialle, durante un servizio di controllo, hanno scoperto numerosi serbatoi interrati, molto deteriorati, colmi di liquidi chimici gravemente tossici, potenzialmente pericolosi per la contaminazione del terreno e delle falde acquifere, e quattro capannoni colmi di rifiuti, quali eternit e fusti di prodotti chimici estremamente pericolosi per la salute.

La situazione, secondo i finanzieri sarebbe ancora più grave per la presenza di altri rifiuti pericolosi riconducibili alle attività industriali di altre aziende prima operanti sul sito, che non sarebbe mai stato bonificato nonostante i ripetuti passaggi di proprietà intervenuti nel tempo. La Guardia di Finanza ha denunciato alla magistratura l’amministratore della società di Villacidro, con l’accusa di abbandono incontrollato di rifiuti.