Vimercate, studente prende a sediate la prof e poi chiede scusa. Così fan sempre tutti…

di Alessandro Avico
Pubblicato il 14 novembre 2018 13:06 | Ultimo aggiornamento: 14 novembre 2018 13:16
Vimercate, studente prende a sediate la prof: "Chiedo scusa". Così fan sempre tutti...

Vimercate, studente prende a sediate la prof: “Chiedo scusa”. Così fan sempre tutti…

MILANO – Ha confessato e chiesto scusa lo studente che lo scorso 29 ottobre ha preso a sediate la prof. Ha cominciato a lanciare le sedie contro l’insegnante, poi appunto le scuse: “Chiedo perdono”. Così fan sempre tutti in Italia. Poco importa quale sia il gesto contro qualcuno, l’importante è che dopo si chieda scusa. Dagli insulti pronunciati contro un politico o da un politico stesso, dalla reazione di un calciatore contro arbitro e avversari, da un marito/moglie che ha tradito il coniuge, fino ad arrivare allo studente che aggredisce una professoressa. Accade perché, diciamoci la verità, quando si chiede scusa l’opinione pubblica si ammorbidisce. “Vabè, ma almeno ha chiesto scusa”

Vale anche quando qualcuno scusa non lo dice. Quante volte abbiamo sentito dire a qualcuno la frase “chieda scusa”. Chiedere scusa può realmente far dimenticare o quantomeno sminuire la portata del gesto o delle parole di violenza? Evidentemente sì viste le cronache.  

Il caso dello studente dell’istituto secondario superiore “Floriani” di Vimercate (Monza), è solo l’ultimo esempio. Il caso aveva scatenato polemiche a livello nazionale, tanto che alcuni giorni dopo gli studenti, in corteo, avevano deciso di divincolarsi dall’immagine di “scuola di bulli” creatasi dopo l’episodio. La professoressa aveva riportato lesioni guaribili in cinque giorni. La confessione arriva con la firma su una lettera di scuse consegnata all’insegnante che, a quanto pare, potrebbe anche ritirare la querela. Bastano quindi le scuse.

Ma se vogliamo spostarci dal mondo della scuola a qualcosa di meno grave ma molto più mediatica, basta andare sui campi da calcio. Qui l’ultimo di una lunga, lunghissima lista, è Higuain che durante Milan-Juve ha quasi messo le mani addosso all’arbitro e avversari. Insulti e urla dopo un cartellino giallo diventato immediatamente rosso. Ha chiesto scusa Higuain, “sono emotivo”, ha detto. Risultato? I tifosi, che dopo il gesto lo insultavano, si sono rabbuoniti perché appunto, “ha chiesto scusa dai”. Così fan tutti in Italia, tutti a scusarsi. Perché? Perché conviene sempre e comunque. E se poi dovesse andar male dopo le scuse, almeno uno ci ha provato…